Vincent Van Gogh esprime in questa opera  la sua semplicità con oggetti di uso quotidiano, si confronta con la sedia di Gauguin che più raffinata da salotto. Le prospettive forzatamente innaturali esprimono la sua voglia di distacco dalla realtà.