RUTH ORKIN (Boston 03/09/1921 – New York 16/01/1985) Fotoreporter, fotografa e regista statunitense.
Figlia di Samuel Orkin e di Mary Ruby, trascorre la sua infanzia a Hollywood in quanto la madre era un’attrice di film muti. Quando compie dieci anni le viene regalata una macchina fotografica con la quale si diletta a fotografare gli amici.
In occasione dell’Esposizione Universale del 1939, intraprese un viaggio in bicicletta da Los Angeles fino a New York per poterla visitare, ovviamente in compagnia della sua macchina fotografica con la quale scattò moltissime foto in varie città.
Si stabilì a New York nel 1943 dove trovò impiego presso varie riviste. Da sempre molto appassionata di cinema e di musica, fotografò molti personaggi famosi, attori e musicisti.
Proprio grazie alla prestigiosa rivista Life, nel 1951 si recò in Israele per seguire la filarmonica israeliana. Sempre in questo anno, andò a Firenze dove ebbe modo di conoscere una studentessa americana di storia dell’arte, Nina Lee Craig, che divenne la protagonista di una delle sue foto più famose “American Girl in italy”, ambientata in Piazza della Repubblica a Firenze.
Una volta rientrata a New york entrò a far parte dell’associazione Photo League, dove conobbe Morris Engel che divenne suo marito nel 1952 e con il quale ebbe due figli.
Nello stesso anno realizzò con il marito il film “Litle fugitive”, vincitore di vari premi.
Nel biennio 1976 – 1978 Ruth Orkin insegnò a New York presso la School of Visual Art e successivamente, nel 1980, all’International Center of Photography.
Morì nel suo appartamento di New York nel 1985.
Nella nostra collezione di stampe non poteva mancare la riproduzione della sua foto più famosa: “American girl in Italy”.

Torna in cima