LEONETTO CAPPIELLO (Livorno 1875 – Cannes 1942) Pittore, caricaturista e grafico italiano naturalizzato francese.
Nato in una famiglia benestante fu ben presto un autodidatta. Trasferitosi a Parigi, tra il 1897 e il 1904 si dedicò alla caricatura, influenzato dal grande affichiste J. Chéret, pubblicando vignette su importanti giornali, come “Le Figaro”, divenendo celebre per il suo rapido ed efficace disegno al tratto. Agli inizi del Novecento inizò la sua attività come cartellonista pubblicitario divenendo uno dei più famosi in Europa, con uno stile caratterizzato da nette e squillanti campiture cromatiche piatte su un fondo scuro. I suoi manifesti (circa 3000 manifesti!) hanno segnato la storia della comunicazione pubblicitaria per immagini, basti citare ad esempio quelli del cioccolato Klaus (1904), del Thermogène (1909), del Cinzano (1910), del Campari (1921). Nel 1912 decorò molteplici sale presso le Galeries Lafayette a Parigi.

Torna in cima